Che cos'è la fitoterapia

Come afferma Firenzuoli nel volume Fitoterapia, III edizione del 2003, la fitoterapia utilizza le piante medicinali e i loro derivati (fitoterapici o fitomedicamenti) a scopo curativo o preventivo, la pianta infatti contiene sostanze chimiche, anche molto complesse, con proprietà farmacologiche e tossicologiche. Per queste particolari proprietà, i rimedi fitoterapici si possono collocare di diritto all'interno della farmacologia tradizionale, e possono essere utilizzati non solo in alternativa ai farmaci tradizionali, ma anche a loro supporto o viceversa il farmaco di origine sintetica può essere associato a una terapia prevalentemente naturale.

Il ricorso a cure naturali accompagna l'umanità fin dalla sua nascita fino ad oggi: i Sumeri erano a conoscenza delle proprietà sedative del papavero e gli Egiziani erano soliti distillare piante aromatiche per preparare olii essenziali per celebrazioni liturgiche, per la produzione di cosmetici e per terapia di alcune malattie. 

Con lo sviluppo del settore erboristico e le numerose ricerche scientifiche, che hanno confermato l'azione farmacologica di determinate piante, la fitoterapia si è collocata nel settore farmacologico come una vera e propria terapia medica, talvolta anche di prima scelta; non rappresenta una terapia alternativa, ma al contrario è riconosciuta dalla Farmacopea Ufficiale ed alcuni preparati sono ritenuti specialità medicinali.

Queste tipologie di rimedi agiscono sull'organismo biologico umano e animale, grazie alle proprietà delle sostanze chimiche in essi contenuti; sono ormai numerose le ricerche e gli studi che cercano di individuare il meccanismo delle attività farmacologiche delle sostanze vegetali.

Nella fitoterapia vengono utilizzate le piante medicinali provenienti da tutto il mondo, estraendo da esse le sostanze con proprietà farmaceutiche. Come per i farmaci tradizionali, anche i rimedi fitoterapici possono dare origine a effetti collaterali, controindicazioni ed interazioni farmacologiche.

La metodologia diagnostica e terapeutica è la stessa utilizzata nella medicina scientifica, partendo dal sintomo e dal disturbo da curare si fa riferimento alle proprietà farmacologiche dell'estratto, sempre più spesso documentate e sostenute da studi di laboratorio e trials clinici, proprio come per i farmaci sintetici.

Fitorimedinaturali.it usa i cookies per il login, la navigazione e altre funzioni di tracciamento. Accetta per consentire i cookies.